-->

19:10

TRASMISSIONE E DISTRIBUZIONE DELL'ENERGIA ELETTRICA


Per immettere l'energia dalle centrali nella rete di trasmissione si usano trasformatori elevatori, l'energia viene prelevata dalla rete di trasmissione in apposite sottostazioni ricevitrici.
Dove i trasformatori riduttori, riducono la tensione ai valori compatibili con la rete di distribuzione.


Trasformatore elevatore trifase


                                Sottostazioni elettriche                                     


La distribuzione elettrica è l'ultima fase nel processo di consegna dell'elettricità all'utente finale dopo la produzione e la trasmissione.
Generalmente comprende linee elettriche ad alta tensione (tra i 60 e 150 kV, più raramente a 220 kV), linee a media tensione (tra i 5 e i 25 kV) e linee a bassa tensione (inferiore a 1000 V, normalmente 400 V), impianti di trasformazione AT/MT (cabine primarie), trasformatori su pali o cabine elettriche a media tensione (cabine secondarie), sezionatori ed interruttori, strumenti di misura.

Distribuzione
L’energia elettrica arriva alle stazioni ricevitrici alle porte delle città o dei distretti di distribuzione. Qui enormi autotrasformatori (con potenze che vanno dai 100 ai 400 MW) riducono la tensione secondo le esigenze della distribuzione primaria, con tensioni che possono essere di 150, 132 o 60 kV. Attraverso elettrodotti aerei o in cavo l'energia elettrica giunge negli impianti di trasformazione AT/MT, denominati cabine primarie, dove, con trasformatori di potenza compresa tra i 10 e i 60 MW, viene ulteriormente abbassata ad una tensione che, a seconda dei distributori, può variare tra gli 8.4 kVe i 20 kV, per essere immessa poi nella rete elettrica a media tensione.
L'elettricità prosegue su elettrodotti minori su tralicci e pali in aree di campagna, oppure in cavi isolati nel sottosuolo urbano, fino alle sottostazioni di media tensione (cabine secondarie). Nelle cabine secondarie di media tensione (MT) altri trasformatori (con potenze comprese tra 50 e 1000 kW) riducono la tensione al valore finale di consegna all'utente, in Italia 400 V trifase(tre tensioni sulla stessa linea, costituita da tre conduttori).


Tralicci di distribuzione

Da questo punto fino al contatore dell'utente si può parlare di consegna di energia elettrica, la quale avviene utilizzando cavi isolati, o su linee aeree su palo.


Scema ti trasmissione e distribuzione
dell'energia elettrica

La consegna a 230/400 V avviene attraverso un contatore di energia, che ha gli scopi di contabilizzare i consumi per la fatturazione, definire il punto di consegna e offrire una prima protezione contro sovraccarichi e cortocircuiti grazie a un interruttore magnetotermico integrato.

Contatore monofase + neutro                      Contatore trifase + neutro

Nessun commento:

Posta un commento

grazie per aver commentato